Arte e Cultura

Andrea Riccardi: storia e cultura al servizio del futuro d’Europa

Andrea Riccardi: storia e cultura al servizio del futuro d

Professore ordinario di Storia contemporanea presso l’Ateneo di Bari che alla Sapienza di Roma e a Roma Tre, Andrea Riccardi è uno studioso della storia dei giorni nostri oltre che del Cristianesimo. Sono moltissime le pubblicazioni a cui ha lavorato e che, nel corso del tempo, sono diventati dei veri e propri punti di riferimento sia nel mondo accademico che per chi ha intenzione di approfondire tali tematiche. Ma vediamo di scendere più nel dettaglio e di scoprire quali sono gli snodi cruciali della carriera di un uomo di cultura del calibro di Andrea Riccardi. Durante il corso della sua carriera Riccardi ha ottenuto moltissimi riconoscimenti tra cui, ad esempio, varie lauree honoris causa conferitegli, ad esempio, dall’Università Card Herrera di Valencia, dall’Università di Augsburg e l’Università Cattolica di Lovanio.

Tra le altre cose, è interessante sottolineare che ad Andrea Riccardi va il merito di aver fondato nel 1968 la Comunità di Sant'Egidio, uno strumento potente e prezioso volto a favorire la pace e il dialogo tra i popoli. Proprio quest'azione volta a unire i popoli oltre che ha costruire ponti tra tradizioni, culture e storie molto diverse tra loro ha avuto un ruolo cruciale sia nella sua vita che nella sua carriera. L’attività di Andrea Riccardi è passata anche attraverso ruoli importanti di mediazione in conflitti tra cui, ad esempio, quello in Guatemala, in Costa d’Avorio, in Guinea. Per tale ragione, nel 2003 il Time lo ha inserito di diritto nella classifica dei 36 cosiddetti eroi moderni del Vecchio continente. Anche in questo caso, dunque, Riccardi ha dato prova di essere un uomo di grande cultura oltre che di enorme lungimiranza, tanto da comprendere che la pace può passare solo ed esclusivamente attraverso l'unità e di certo non dallo scontro o dalle contrapposizioni.

Grazie alla sua esperienza in merito all'umanesimo contemporaneo, Riccardi viene considerato, pertanto, un vero e proprio punto di riferimento sia a livello nazionale che internazionale. Al suo attivo si contano anche numerose collaborazioni sia con periodici che con quotidiani del calibro del Corriere della sera. Tra gli ambiti di studio del professor Andrea Riccardi ci sono sia la Chiesa che, più in generale, la religione che viene approfondita in chiave moderna oltre che contemporanea. A tale riguardo, sono state molte le pubblicazioni di Riccardi tra cui, ad esempio, I cristiani del novecento e Governo carismatico, entrambi editi da Mondadori.

Nel 2009, poi, il professor Andrea Riccardi ha avuto l'onore di essere insignito del premio Carlo magno a seguito, ancora una volta, del suo impegno nella promozione dei valori europei e nella diffusione di una cultura basata essenzialmente sulla pace e sul dialogo tra i popoli come unico strumento per poter guardare ad un futuro di pace e per poter porre fine ai conflitti che affliggono il pianeta in ogni suo angolo. Come si ha la possibilità di comprendere leggendo le motivazioni dell’assegnazione del premio, Andrea Riccardi è un esempio di impegno civile finalizzato a rendere l’Unione europea sempre più solidale e forte sia all'interno dei propri confini che all'esterno di essi. Recente è, inoltre, il suo ruolo al Collège des Bernardin di Parigi in cui ha presieduto la cattedra in Globalizzazione e cristianesimo. Nel 2015, infine, è stato insignito del titolo di Presidente della Società Dante Alighieri.

Post Comment