miscellanea

Che cos’è l’acqua micellare

Quando si parla di acqua micellare si fa riferimento a un prodotto il cui scopo è quello di pulire la pelle e detergerla: la sua composizione vede la presenza di micelle, che sono le responsabili dell'idratazione dell'epidermide in quanto sono in grado di rimuovere i residui di trucco e di catturare tutte le impurità. L'acqua micellare nasce, in origine, come una soluzione destinata al mondo della moda, ed è questa la ragione per la quale vanta un alto potere struccante, che si applica anche sui trucchi più resistenti. Le funzioni svolte sono, comunque, diverse a seconda del tipo di formulazione per cui si opta: non bisogna credere, insomma, che si tratti di un prodotto da impiegare solo per togliersi il makeup.

In effetti, anche le donne e le ragazze che non si truccano mai possono trarre vantaggio dall'uso dell'acqua micellare. Utilizzarla, per altro, è molto semplice: la si versa su un dischetto di cotone e poi si procede come se si stesse adoperando qualunque altro struccante, rimuovendo le tracce di cosmetici. Nel caso in cui l'acqua micellare venga impiegata unicamente come detergente, per altro, un unico dischetto basta per pulire e purificare tutta la faccia; invece, se si ha la necessità di rimuovere il trucco è preferibile usare almeno quattro dischetti, uno per ciascuna parte del volto (uno per la bocca, uno per gli occhi, uno per la parte sinistra della faccia e uno per la parte destra).

Se si vuole avere la certezza di beneficiare di un effetto ottimale in corrispondenza degli occhi, il suggerimento è quello di lasciare i dischetti di cotone – dopo averli bagnati con l'acqua micellare – per alcuni secondi sopra le palpebre, così da rimuovere tutte le tracce, comprese quelle dei trucchi waterproof. Come si può notare, non è per niente difficile utilizzare questo prodotto, che in ogni caso è sempre accompagnato da istruzioni specifiche sulla confezione. In alcuni casi, l'acqua micellare potrebbe lasciare sulla pelle una lieve patina: anche se non è indispensabile il risciacquo, può essere utile concludere il trattamento passando sul volto un dischetto di cotone bagnato con un po' di acqua termale. Attenzione, però: bisognerebbe evitare di effettuare il risciacquo con la normale acqua di rubinetto, che contiene al proprio interno del calcare in grado di appesantire la pelle. Così facendo, tutto l'effetto benefico e idratante dell'acqua micellare svanirebbe in un sol colpo.

A questo punto, non resta altro da fare che scegliere la tipologia di acqua micellare più adatta alle proprie necessità: per le pelli grasse, senza parabeni, in versione biologica, e così via.