Economia

L’indice vix in finanza

Il mondo economico, ed in particolare quello della Borsa, è molto complicato e di difficile analisi per coloro che non sono esperti in materia e si devono smarcare tra  i vari titoli e indici, che analizzano l’andamento del mercato mondiale.

Tra tutti i vari indici del mercato finanziario uno dei più interessanti e allo stesso tempo complicati e l’indice vix, il cui significato e funzionalità vengono ancora oggi confuse da tutti gli appassionati di borsa, anche se il funzionamento a livello teorico ci spiega che  se il grafico di questo indice sale i mercati vanno in rosso, mentre se scende l’andamento del mercato va verso la stabilità.

Nascita e informazioni relative all’ indice vix

L’ indice vix nasce nel 1993, introdotto dal Chiagaco Board Option Exchange, il più grande mercato al mondo di opzioni, allo scopo di indicare la volatilità che le varie opzioni finanziarie possono avere in un lasso di tempo breve come ad esempio 30 giorni, in cui vengono calcolate sulla base di prezzi di opzioni call e put relativi all’indice azionario americano Standard & Poor’s.

Per comprendere  a pieno l’utilizzo dell’ indice vix ogni esperto o principiante del mondo della Borsa deve avere le idee chiare per quel che riguarda le opzioni; degli strumenti  finanziari che permettono al titolare di un’azione di comprarla o venderla  in uno specifico lasso di tempo ad un prezzo scelto in precedenza.

Vista la sua volatilità questo indice viene definito come indicatore della paura, infatti chi lavora con questo indice deve essere consapevole che può andare incontro spesso a relative turbolenze, poichè il vix basa i prezzi su l’andamento delle opzioni in tempo reale.

L’ indice vix rappresenta il principale termometro d’oscillazion eper gli investitori a breve termine e la specifica volatilità del mercato,  questo solitamente porta a rialzi dello stesso nel momento in cui il comparto finanziario rischia di cadere, in virtù dell’aumento delle opzioni e delle incertezze per gli investitori.

Quando i prezzi delle opzioni scendono, portando anche ad un calo dell’indice vix, si ottiene un miglioramento dell’andamento e la relativa diminuzione delle incertezze.

L’indice indica quindi quelli che possono essere i futuri periodi di instabilità permettendo quindi a tutti i gli investitori di accrescere il valore dell’ indice CBOE.

L’indice vix e le coincidenze con i fatti di cronaca

Il nome dell’indice vix è legato anche alla macabra coincidenza, che lega l’aumento dell’indice con i peggiori attentati terroristici compiuti negli ultimi anni da i terroristi islamici, prima di Al-Quaida e poi dell’ Isis.

Come  hanno riportato i più importanti giornali economici del mondo prima dell’ attentato del 11 settembre 2001 , le bombe di Madrid nel 2004 a Londra nel 2005 fino agli ultimi terribili attentati dello scorso anno di Parigi quelli a Charlie Hebdo e al Bataclan si è sempre registrato un aumento incredibile dell’indice vix.