Food and Beverage

Spanakopita: la ricetta originale della torta salata greca

Spanakopita: la ricetta originale della torta salata greca

La spanakopita è un delizioso antipasto della cucina greca, una torta salata a base di spinaci, formaggio feta, cipolle e uova, con un involucro di pasta fillo o phyllo, una varietà di pasta sfoglia che si realizza con fogli sottilissimi che vengono sovrapposti l’uno all’altro. Tipicamente la spanakopita si cuoce in una teglia e viene poi tagliata in piccoli quadrati, in alternativa si può arrotolare il ripieno nella pasta fillo formando dei fagottini a forma di triangolo, ideali per un buffet, uno spuntino o per un picnic. Ecco come realizzare una spankopita gustosa e fragrante in poco tempo, per gustare al meglio i sapori della cucina ellenica.

Come preparare la spanakopita.

Preparate tutti gli ingredienti.(1) Lavate gli spinaci e poi sbollentateli in poca acqua.(1) Una volta pronti, fateli raffreddare ed eliminate l’acqua in eccesso: metteteli in una scolapasta e strizzateli bene. Pulite ora il cipollotto: eliminate la base e il primo strato esterno e tagliatelo a rondelle. Tritate l’aneto finemente.

Tagliuzzate gli spinaci con un coltello.(4) Versateli in una padella con olio e cipollotti, insaporite con sale e pepe e fate rosolare per circa 5 minuti rigirando di tanto in tanto.(5) Nel frattempo accendete il forno a 180° per farlo riscaldare. Spennellate una teglia o una pirofila con olio e rivestitela con il primo foglio di pasta fillo, ungetelo con l’olio e continuate così aggiungendo 4 fogli di pasta fillo, da spennellare con l’olio ad ogni strato.(6)

In una ciotola mescolate insieme gli spinaci e i cipollotti con l’uovo e l’aneto tritato, mescolate e versate il ripieno sulla base di pasta fillo.(7) Aggiungete ora la feta sbriciolata:(8) in alternativa, potete mescolarla con gli spinaci e gli altri ingredienti, soprattutto se preferite tutti gli ingredienti ben amalgamati. Ricoprite con altri 4 fogli di pasta fillo spennellando ognuno con l’olio tra uno strato e l’altro, fino allo strato finale.(9) Eliminate la pasta fillo in eccesso lungo i bordi.

Cuocete nel forno già caldo a 180° per circa 40 minuti o fino a doratura. (10) Una volta pronta lasciatela intiepidire per almeno mezz’ora: sarà così più agevole tagliarla.(11) La vostra stanakopita è pronta per essere gustata.(12)

Consigli.

Se utilizzate una teglia o una pirofila quadrata, prima della cottura potete praticare delle incisioni con il coltello, per formare dei quadratini. Sarà così più semplice realizzare le fette da portare in tavola.

Il formaggio feta è abbastanza salato e ha un sapore leggermente acidulo: prima di utilizzarlo immergetelo per qualche ora in acqua fredda, così perderà il sale in eccesso.

Se preferite i sapori più delicati, per il ripieno della spankopita utilizzate metà quantità di feta e metà di ricotta fresca. Stempererete così il gusto forte della feta, che può non essere gradito a tutti.

Al posto del cipollotto potete utilizzare una cipolla. Inoltre potete utilizzare fino a 2 uova, se volete legare maggiormente gli ingredienti.

La pasta fillo (phillo) è una pasta composta da tanti sottilissimi fogli e che trovate in vendita surgelata nei supermercati. In alternativa potete sostituirla con 2 rotoli di pasta sfoglia.

Per mantenere croccante la sfoglia della pasta fillo, una volta cotta copritela con un canovaccio di cotone o con un foglio di carta da cucina. Evitate di coprirla con la pellicola, in quanto trattiene l’umidità rendendola molle.

Per gustare a pieno la spanakopita, servitela con la salsa tzatziki, la tipica salsa greca a base di yogurt e cetrioli.

Se volete preparare la spanakopita a triangoli, realizzate i fagottini in questo modo: dividete i fogli di pasta fillo in 4 strisce di 10 cm di larghezza, formando il rettangolo, e spennellate la superficio con olio o burro fuso. Versate il composto di spinaci e feta alla base di uno dei rettangoli e ripiegate la pasta in modo da far combaciare la base con uno dei lati, in modo da formare un triangolo. Continuate a ripiegare la pasta fino a giungere alla fine del rettangolo. Spennellate i fagottini con l’olio e procedete con la cottura in forno a 180° per circa 20 minuti.

In alternativa alla spanakopita, potete realizzare la tiropita, che si prepara con lo stesso procedimento. In questo caso però non utilizzarete gli spinaci, ma un ripieno a base di feta, ricotta e yogurt greco, aromatizzato con foglioline di menta. Anche in questo caso potete realizzare dei fagottini, se preferite.

Come conservare la spanakopita.

Il consiglio è di consumare subito la spanakopita per evitare che perda la sua fragranza. Potete però conservarla per un giorno in frigo, all’interno di un contenitore ermetico.

Fonte: Spanakopita: la ricetta originale della torta salata greca