Arte e Cultura

Street Inn Florence: inaugura il primo hotel dedicato all’arte urbana

Street Inn Florence: inaugura il primo hotel dedicato all’arte urbana

in foto: Room n.1, realizzata da Ache77 (streetinnflorenze.com)

Trasferire il forte potenziale comunicativo dell’arte urbana all’interno di uno spazio chiuso, per permettere agli ospiti di immergersi, letteralmente, nei colori e nelle forme immaginate dagli artisti: è questa la sfida lanciata da Street Inn Florence, il primo Urban Art Hotel inaugurato poche settimane fa a Firenze. L’obiettivo degli ideatori è quello di trasferire l’idea di una street art indoor anche a Roma e Milano, per dare l’opportunità a quanti più artisti possibile di esprimersi e farsi conoscere dalle migliaia di persone che ogni giorno viaggiano (e dormono) nelle nostre città.

L’intento è quello di proporre un nuovo modo di approcciarsi all’arte di strada, sradicandola dalla sua collocazione ordinaria ma conservandone il forte impatto comunicativo attraverso opere pensate appositamente per gli spazi dell’hotel, situato nel cuore della città che ha dato i natali ad alcuni fra i maestri rinascimentali più importanti della storia. Situato in via Guido Monaco 25, l’hotel offre la possibilità di scegliere cinque diverse stanze, ognuna caratterizzata da una specifica ambientazione pensata appositamente dagli artisti che hanno partecipato al progetto.

5 artisti per 5 camere

in foto: Un’altra delle stanze dello Street Inn Florenze, stavolta decorata da Yuri Hopnn (streetinnflorence.com)

Durante i mesi estivi numerosi sono stati gli artisti che hanno deciso di abbandonare, anche solo per qualche ora, la strada per tuffarsi in questa nuova sfida: cinque di loro hanno “firmato” le cinque stanze che compongono l’hotel, ma tanti altri hanno partecipato alla realizzazione di piccoli angoli d’arte disseminati nella struttura.

Ache77, ad esempio, ha scelto di realizzare la sua stanza con una stencil art ispirata ad uno dei simboli di Firenze: il suo David accoglie i visitatori nella stanza, con un messaggio molto forte, “thanks to me now you have an industry”. Un messaggio volutamente provocatorio, rafforzato anche dalla scelta dei colori, niente affatto casuali: rosso e giallo come Mc Donald’s, e una particolare tonalità di viola chiamata “vampire”, come vampiresca è per l’artista la città di Firenze, “che succhia soldi anziché sangue”.

La stanza di RMOGRL8120 (streetinnflorence.com)in foto: La stanza di RMOGRL8120 (streetinnflorence.com)

La seconda stanza è stata realizzata da Urto, che ha scelto il mondo sottomarino per raccontare la sua personalissima visone della street art, che consiste in un invito a non soffermarsi mai sulle apparenze. ExitEnter ha invece scelto i contorni di un paesaggio fluttuante, lontano dalla quotidianità, per decorare la “sua” stanza.

RMOGRL8120, alias Gabriele Romei, fiorentino doc, ha proposto la sua arte geometrica e minimalista per dare alla stanza un aspetto equilibrato, mentre Yuri Hopnn ha decorato l’ultima stanza con i suoi personaggi eterei, effimeri, e con un lungo drappo rosso che avvolge le pareti. Oltre a loro, hanno collaborato al progetto di Street Inn Florence anche Ninjaz, Jamesboy e Ni An.

Fonte: Street Inn Florence: inaugura il primo hotel dedicato all’arte urbana

Post Comment