Viaggi e Tempo Libero

Turismo, l’anno del Giubileo

{CAPTION}

 

Roma è da sempre una delle mete preferite dai turisti di tutto il mondo, italiani compresi. Il fascino della capitale, con i suoi monumenti e la sua atmosfera ricca di storia, fa breccia negli europei, come negli americani, fino ai nipponici. Quest’anno, al classico turismo interessato ad arte e storia e indirizzato su Roma, si è aggiunto quello religioso, visto che è stato l’anno del Giubileo. Moltissimi sono stati i pellegrini che hanno visitato la Capitale e San Pietro per passare sotto la Porta Santa e ottenere così l’indulgenza plenaria da tutti i peccati.

Le ricerche dei motori di ricerca turistici più quotati, hanno evidenziato un aumento dell’interesse per Roma proprio grazie al Giubileo. In particolare le persone che hanno cercato un volo dall’estero o dai posti in Italia più lontani per la Capitale sono aumentate del 9 per cento rispetto al 2015. E per quanto riguarda gli alberghi? Sempre secondo le ricerche, i turisti e i pellegrini si sono concentrati soprattutto sugli hotel di fascia medio-alta, quindi quelli di tre e quattro stelle, preferendo le zone vicine al Vaticano, nonostante i prezzi maggiorati sia per la vicinanza a San Pietro, che per il Giubileo stesso. Meglio, invece, per chi ha scelto di soggiornare in quartieri più economici, gli hotel alla stazione termini sono stati premiati per la convenienza dell’offerta turistica. Chiaramente chi si è recato a Roma per il Giubileo arrivando da posti molto lontani, come ad esempio l’America del Sud, ha scelto di dormire in sistemazioni che consentissero di raggiungere facilmente San Pietro, anche a piedi.

 

I pellegrini, la provenienza geografica

Relativamente alla provenienza del turismo, soprattutto quello religioso, molti sono stati gli slovacchi che hanno visitato Roma quest’anno, il cui numero è aumentato quasi del 300% rispetto all’anno precedente. Molto presenti anche pellegrini provenienti dall’America centrale e meridionale, zone in cui la religione cattolica è molto diffusa tra la popolazione. Tornando in Europa, molte presenza turistiche sono state registrate tra francesi e tedeschi con aumenti notevoli.

I prezzi durante il Giubileo

A dispetto delle previsioni, chi ha visitato Roma ha potuto approfittare di voli con prezzi leggermente inferiore al solito. Le tariffe aeree hanno subito un calo – in alcuni casi – che ha addirittura raggiunto il trenta per cento. I voli low cost dall’Europa sono andati molto bene, in particolare dalla Germania e dalla Francia, paesi tradizionalmente molto affezionati all’Italia e a Roma in particolare. I voli più costosi, invece, durante l’anno del Giubileo sono stati quelli proveniente dal Cile.