Arte e Cultura

Una battaglia di peti: l’antica pergamena giapponese e la satira contro l’Occidente

Una battaglia di peti: l’antica pergamena giapponese e la satira contro l’Occidente

in foto: Un frammento dell’antica pergamena He–Gassen (periodo Edo), Giappone.

È un dipinto molto particolare quello che in questi giorni sta facendo il giro del web: un dipinto giapponese raffigurante una vera e propria battaglia di peti. Potrebbe sembrare uno scherzo di cattivo gusto, in realtà si tratta di un’antichissima pergamena risalente almeno al Seicento, con un profondo significato politico e culturale.

Il rotolo “He-Gassen”, letteralmente “gara di peti”, è stato interamente digitalizzato dalla Waseda University Library, e già negli anni Novanta l’opera era così famosa da aggiudicarsi un prezzo d’asta di oltre duemila dollari a frammento. La pergamena è lunga circa un metro e mezzo, e raffigura varie scene, tutte diverse fra loro, ma con una caratteristica peculiare che si ripete: almeno un personaggio sta avendo un attacco di flatulenza diretto contro altri personaggi.

Si tratta di un prezioso reperto del periodo Edo, compreso fra 1603 e 1868, ma fino ad oggi non è stato possibile individuare né l’anno preciso né l’autore. Nonostante questo, l’He-Gassen resta un esempio unico e del tutto particolare dell’arte giapponese: un pezzo fondamentale per comprendere la cultura e la storia del Paese.

Pergamena He–Gassen, Giappone.in foto: Pergamena He–Gassen, Giappone.

Perché, al di là dell’ilarità della scena, la vignetta ha un significato molto particolare: il peto è il simbolo del vento che spazza via l’indesiderato. In particolare, in questo caso, ad essere spazzati via devono essere gli occidentali, che all’epoca premevano per instaurare rapporti commerciali con il Sol Levante.

Una pergamena “anti-occidente” dunque, realizzata all’epoca in cui la famiglia Tokugawa assunse il massimo potere politico e militare, accompagnando il Giappone verso quello che è riconosciuto come uno dei periodi di massimo isolamento culturale ed economico del Paese. Nei due secoli di shogunato dei Tokugawa oltre al divieto definitivo dei contatti con gli stranieri provenienti dall’Europa, il Giappone operò una massiccia persecuzione dei cristiani presenti sul territorio.

Fu in questo momento che il paese assunse quei tratti feudali che getteranno le basi per la struttura sociale orientale moderna, in cui ogni persona ha un preciso ruolo sociale e deve adempiere la sua missione attraverso il lavoro: la pergamena He-Gassen costituisce ad oggi uno degli esempi più particolari e curiosi di questo pezzo di storia del Giappone.

Fonte: Una battaglia di peti: l’antica pergamena giapponese e la satira contro l’Occidente