Arte e Cultura

Vino dell’Età della pietra scoperto in Georgia: è il ‘brindisi’ più antico del mondo

Vino dell’Età della pietra scoperto in Georgia: è il ‘brindisi’ più antico del mondo

Il più antico vino del mondo ha 8mila anni e fu prodotto in quella che è l’attuale Georgia, una terra fertile situata nel Caucaso meridionale e affacciata sul Mar Nero. Lo ha determinato un team di ricerca internazionale coordinato dell’Università Statale della Pennsylvania, Stati Uniti, che ha trovato tracce dell’apprezzata bevanda sul fondo di alcuni grossi vasi, i cui resti sono stati individuati in due distinti siti di scavo a 50 chilometri da Tbilisi, la capitale georgiana. L’età stimata dai ricercatori coordinati dal professor Patrick McGovern, un archeologo molecolare in forze al Museo di Archeologia e Antropologia, batte di un migliaio di anni il precedente record, conquistato da un vino scoperto in Iran.

Gli studiosi americani, in collaborazione con colleghi delle università di Toronto e di Milano, oltre che del Museo Nazionale di Tbilisi, naturalmente non hanno trovato del liquido sul fondo dei vasi, ma quei residui organici che rappresentano la firma molecolare della produzione e della conservazione del vino. La più importante è l’acido tartarico, ma McGovern e colleghi hanno rinvenuto anche acido malico, succinico e citrico, oltre che antichissimo polline d’uva, amido d’uva e resti di moscerini della frutta vissuti nel neolitico.

La datazione è stata fatta grazie alla tecnica del radiocarbonio, che ha fatto risalire i reperti recuperati nei due siti tra i 6mila e i 5800 anni, in pieno neolitico, un periodo che va dal 15mila avanti Cristo al 4.500 avanti Cristo e chiude in pratica la cosiddetta “Età della pietra”. In base a diversi studi, durante quel periodo le terre georgiane erano così fertili per l’uva che potevano essere paragonate a quelle attuali dell’Italia e della Francia, ma ancora oggi c’è una ricca tradizione vitivinicola.

La più antica bevanda fermentata al mondo nota ai ricercatori, una sorta di cocktail di riso, miele e frutta, fu realizzata in Cina circa 9mila anni fa, ma quello scoperto nei siti di Shulaveris Gora Gadachrili Gora è indubbiamente il vino più antico. Supera di duemila anni anche il “vino più antico d’Italia”, le cui tracce sono state scoperte recentemente in giare recuperate in due siti siciliani; uno sul monte Kronio (o monte San Calogero) a circa 7 chilometri da Sciacca, in provincia di Agrigento, e l’altro allo scavo San’Ippolito di Caltagirone in provincia di Catania. I dettagli sul più antico vino del mondo sono stati pubblicati sulla rivista scientifica PNAS.

[Credit: University of Toronto/Mindia Jalabadze and courtesy of the National Museum of Georgia]

Fonte: Vino dell’Età della pietra scoperto in Georgia: è il ‘brindisi’ più antico del mondo

Post Comment