Web World

Web marketing: strutturare dalle basi una strategia efficace

Ti sei sentito ripetere mille e mille volte che dovresti investire nel web ma non hai idea neppure di dove cominciare? Rilassati, non sei né la prima né l’ultima persona a trovarsi in una situazione analoga!

1. Scegli uno specialista

Chi fa da sé fa per tre? Non in questo caso! Internet è un molto estremamente complesso, soprattutto per chi ha deciso che tramite la rete vuole farci soldi e pubblicità! Per questo motivo, la cosa migliore è individuare un referente in grado di darti supporto totale, un esperto del settore che faccia da consulente e, in un certo modo, da angelo custode. Dunque, primo passo: individuare una agenzia web marketing Lecce, un marketing specialist di Milano o anche un freelance, ma che sia davvero in gamba!

2. Hai già un sito web?

Ovviamente, per lavorare con la rete c’è bisogno di un sito web aziendale su cui strutturare le proprie strategie. No, la pagina Facebook non va bene. No, il sito internet sviluppato da tuo cugino nel 2003 non è ancora attuale. No, l’ottimizzazione per mobile non è facoltativa ma una necessità. Sì, forse è il caso di realizzare un nuovo sito, che sia pensato secondo le nuove logiche di navigazione.

3. Fissare budget e obiettivi

Prima di volare troppo con la fantasia, meglio fissare un budget di spesa e gli obiettivi a breve, medio e lungo termine in relazione ad esso. Importante è procedere per step, senza forzare i tempi e senza fretta di vedere subito risultati concreti. Il web marketing si struttura secondo diverse fasi e solo l’ultima è quella che porta al successo online. Abbi fede!

4. Scegliere gli strumenti

Dire web marketing significa dire tutto e niente. Bisogna scegliere con cura gli strumenti su cui investire: soprattutto all’inizio, se il budget è limitato risulta difficile implementare una strategia multicanale, troppo dispendiosa. La soluzione sta nel valutare al meglio l’approccio più indicato al proprio business. Le alternative sono sostanzialmente 3: SEO, ovvero il posizionamento organico sui motori di ricerca, SEA, le campagne a pagamento pay.per-clic e i social media, i vari Facebook, Twitter, LinkedIn, ecc. Ogni strumento ha punti di forza e offre vantaggi diversi e non esiste una scelta giusta, solo quella più adatta a te!

5. Monitoraggio costante

L’implementazione della strategia di base è destinata a subire continue variazioni sulla base dei risultati ottenuti e dai feedback degli utenti. Non c’è un momento in cui il piano d’azione possa definirsi definito e anche quando le cose iniziano a girare per il verso giusto, sappi che possono cambiare in fretta. Il monitoraggio costante è essenziale e non deve mai essere interrotto!